Scopri le nostre FAQ

Crisi climatica

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Chi oggi dice che la crisi climatica non è un problema o non è stata causata dall’uomo mente o ignora i segnali ambientali. Non possiamo credere che la crisi colpirà le nuove generazioni o solo i paesi più freddi e caldi dell’Italia se non vogliamo perdere vite per le ondate di calore, i nubifragi e le gelate straordinarie.

La carbon footprint, a volte tradotta come impronta di carbonio, rappresenta il quantitativo di emissioni di gas serra in atmosfera causate direttamente o indirettamente da una persona o da un ente.

CO2e sta per CO2equivalente, l’unità di misura che mette insieme tutti i gas serra (CO2, Metano, N2O e gas refrigeranti) basandosi sul loro diverso potere di riscaldamento (GWP). 

Risearth calcola in 10 tonnellate la CO2 equivalente media pro capite italiana. Risearth ha determinato questo valore attraverso un’estesa ricerca scientifica e in totale coerenza con la propria calcolatrice. 

Può capitare che altri siti diano risultati più bassi. Il motivo principale è che spesso ci si “dimentica” di tutte quelle emissioni derivanti dai consumi alimentari, non alimentari o dalle infrastrutture pubbliche come gli ospedali. 

Inoltre la calcolatrice di Risearth è stata sviluppata per ridurre al minimo la difficoltà di svolgimento del calcolo per gli utenti e quindi ha richiesto lo sviluppo di medie pro capite italiane sui consumi energetici al metro quadro nelle case e sul parco auto e moto.

Il credito di carbonio è l’unità di misura usata nei processi di vendita, acquisto e compensazione delle emissioni. 1 credito rappresenta 1 tonnellata di CO2e e possiede un codice identificativo univoco generato dagli enti certificatori per bloccare fenomeni come il doppio conteggio.

Compensazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Compensare significa ridurre a posteriori il proprio impatto climatico ed è fondamentale poiché molte delle emissioni che produciamo sono inevitabili.

Neutralità climatica è uno status che descrive la riduzione a zero delle proprie emissioni. Questo non deve però essere l’obiettivo finale della lotta al cambiamento climatico. Noi di Risearth crediamo nella sovracompensazione come soluzione per avere un impatto positivo sul clima.

Noi di Risearth crediamo che la compensazione sia una soluzione ma non la soluzione definitiva poiché il raggiungimento della neutralità climatica deve passare dalla pianificazione di un piano per ridurre direttamente le proprie emissioni. 

L’acquisto di crediti di carbonio non solo compensa le emissioni inevitabili ma ripaga lo sviluppo di progetti di afforestamento, energia rinnovabile o efficientamento principalmente nei paesi meno sviluppati. La presenza di enti certificatori, organizzazioni non governative e i nostri criteri di selezione ci permettono di evitare ogni sorta di greenwashing.

La compensazione delle emissioni riduce a zero il proprio impatto climatico ma solo attraverso la sovracompensazione si può avere un vero impatto sul clima. Questo poiché molte persone non hanno le possibilità economiche e sociali per ridurre o compensare le proprie emissioni.

Assolutamente si. Nonostante questo bisogna essere coscienti del fatto che una riduzione del 100% non è possibile e qui entra in gioco la compensazione come soluzione complementare alla riduzione diretta.

Gli alberi sono importanti per molti aspetti e per questo è necessario piantare e preservare foreste e boschi. Piantare gli alberi come metodo di compensazione ha però varie problematiche. È difficile garantire che l’albero piantato rimanga stabile per anni e non bruci o si decomponga rilasciando la CO2 precedentemente assorbita di nuovo in atmosfera.

Riguardo Risearth

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Risearth nasce per permettere agli italiani di calcolare e compensare le loro emissioni inevitabili e alle aziende di calcolare, monitorare, ridurre e compensare le emissioni prodotte in un’ottica di riduzione a zero entro il 2050.

15€ a tonnellata rappresenta un prezzo abbordabile per il cittadino ma impattante per i progetti che andiamo a finanziare. Il prezzo a tonnellata non è infatti stabilito da regolamentazioni di alcun genere e sul mercato si trovano prezzi che vanno da 1€ fino a 50-60€ a tonnellata. I crediti “a buon mercato” sono spesso poco trasparenti, vecchi, dannosi per le comunità o poco impattanti per il clima. Abbiamo scelto perciò un valore che ci permettesse di finanziare progetti sicuri, certificati e trasparenti invece di vendere crediti meno sicuri ma più economici.

I progetti sono certificati da varie organizzazioni, governative e non. Queste misurano effettivamente i benefici sul clima, in modo da poter mettere sul mercato esattamente la giusta quantità di crediti. I progetti vengono monitorati durante la loro esecuzione per valutare parametri fondamentali quali addizionalità, verificabilità, tracciabilità, permanenza, contributo agli SDG e impatto per le comunità locali.
Noi acquistiamo solo certificati provenienti da GoldStandard, un’organizzazione fondata a partire da WWF e altre entità, UNFCCC, l’organizzazione che rappresenta il trattato internazionale stipulato dalle Nazioni Unite, SouthPole e Verra, le altre due organizzazioni più importanti e trasparenti nel mercato del carbonio.

L’impatto sulle comunità locali è misurato da varie organizzazioni e da enti no profit. L’attenzione è molto alta da quando alcuni progetti poco trasparenti e con crediti di carbonio “a buon mercato” si sono dimostrati dannosi per le comunità locali. 

Uno degli enti che assicurano maggiore trasparenza è GoldStandard, un’organizzazione fondata da WWF e altre realtà che assicurano la massima trasparenza sul mercato dei crediti.

Risearth seleziona solo progetti certificati che successivamente passano una rigorosa selezione basata sui criteri che Risearth ha sviluppato separatamente quali costo, trasparenza, data d’esecuzione, impatto climatico e sociale e addizionalità. Se vuoi saperne di più clicca qui.

Le ragioni sono diverse ma la più importante è che non esistono progetti italiani certificati per vendere crediti di carbonio e questo rende i progetti meno sicuri. Appena possibile vorremmo includere progetti italiani qualora essi rispecchino i nostri criteri di selezione.

Acquisti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Risearth ha selezionato per te solo i migliori progetti. Ti basterà scegliere quanto compensare e se farlo con una transazione singola o sottoscrivendo un abbonamento mensile. Nel primo caso riceverai un certificato complessivo entro 48 ore mentre nel secondo riceverai certificati parziali ogni mese insieme alla fattura corrispondente e poi un certificato comprensivo di tutte le tonnellate compensate il 12° mese

Il certificato che riceverai sulla mail entro 48 ore dalla compensazione è un documento attestante il tuo impegno che potrai stampare e incorniciare. Il certificato mostra con un numero univoco i crediti da te acquistati. Qui trovi il documento che attesta il trasferimento dei crediti da Risearth a te.

Nel caso di un regalo ti basterà inserire il nome dell’intestatario del certificato e la mail a cui preferisci riceverlo.

Con l’abbonamento ti impegni a compensare mensilmente le tue emissioni. Ogni mese ti verrà prelevato automaticamente l’importo da te selezionato e noi ti invieremo una fattura con l’importo esatto mensile. Al termine del 12° mese riceverai il certificato che attesta il totale delle emissioni compensate. Dal mese successivo la compensazione ricomincerà con lo stesso obiettivo. 
Se hai bisogno di gestire il tuo abbonamento ti basterà contattarci cliccando qui.

Ti basterà chiedere la rescissione andando sulla pagina di gestione dell’abbonamento o scrivendo a nome dell’intestatario dell’abbonamento alla mail abbonamenti@risearth.com. Per essere certo di non pagare il contributo del mese successivo ti invitiamo a richiedere la rescissione almeno 5 giorni prima della data di riscossione. Se per qualche motivo, nonostante la tua richiesta sia stata ricevuta nei tempi prescritti, non avremo cancellato il tuo abbonamento in tempo, sarà nostro dovere rimborsarti totalmente il mese come specificato nel nostro Termini e Condizioni.

Per contattarci ti basterà scrivere nella live chat, alla mail info@risearth.com, usare il modulo contatti o scriverci sui nostri social. Sarà nostra premura risponderti il prima possibile

Risearth permette a persone ed aziende di ridurre il loro impatto climatico tramite il supporto a progetti che combattono il cambiamento climatico in giro per il mondo e rilascia certificati per attestare il loro impegno.